venerdì 22 settembre 2017

XXVIII Sagra del Pistacchio di Bronte



Dal 22 al 24 settembre e dal 29 settembre al 1 ottobre 2017 ritorna la Sagra del Pistacchio a Bronte, giunta alla sua XXVIII edizione. La manifestazione dedicata all'oro verde di Sicilia celebra la varietà di pistacchio a Denominazione di origine protetta e Presidio Slow Food del comune etneo. Dal sapore estremamente gradevole, il pistacchio di Bronte è un frutto di alto pregio, molto apprezzato e richiesto nei mercati europei e giapponesi per le dimensioni e l'intensa caratteristica colorazione verde. La Sicilia è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio e Bronte, con oltre tremila ettari di coltura, ne rappresenta l’area di coltivazione principale (più dell'80% della superficie regionale e l’1% di quella mondiale) . Il pistacchio con molta probabilità era già conosciuto al tempo dei greci e dei romani, ma è entrato a far parte delle coltivazioni agricole in Sicilia grazie agli arabi che hanno scoperto che sul territorio di Bronte la pianta su cui effettuare l’innesto cresceva spontaneamente. L’ambiente di coltivazione va dai 300 ai 900 metri sul livello del mare con la pianta che ben si adatta ai terreni lavici brontesi . La raccolta viene effettuata utilizzando ancora le tecniche di un tempo: dal frutto sulla pianta bisogna togliere prima il mallo, poi il guscio e per finire quella pellicina che protegge il verde pistacchio. Subito dopo la raccolta il pistacchio va essiccato per ridurre la percentuale di umidità fino al 4%, impedendo la formazione di microrganismi.Il pistacchio, grazie al suo sapore aromatico, è impiegato in cucina, soprattutto in pasticceria. Oltre al gelato, possiamo ricordare la squisita torta al pistacchio (realizzata con pan di spagna, a volte farcita con uno strato di cioccolata o di nutella che si associano particolarmente al gusto del frutto), le gustose paste di pistacchio realizzate con la stessa procedura con cui si produce la pasta di mandorle, la “pistacchiella” , o più semplicemente crema di pistacchi, vera e propria Nutella di colore verde.Oltre al dolce, il pistacchio però trova impiego anche in preparazioni salate: il pesto di pistacchio impiegato per condire la pasta e l’ormai richiestissima salsiccia al pistacchi. L'olio, estratto dal frutto, trova anche applicazione in dermatologia per le sue alte doti emollienti e ammorbidenti. Durante l’Expo del Pistacchio, evento che ogni anno attira migliaia di turisti provenienti anche dall'estero, si potranno assaggiare ed acquistare i prodotti ottenuti con la lavorazione del pistacchio e i frutti stessi. Ad affiancare i produttori locali anche alcuni rappresentanti di aziende inglesi, spagnole, finlandesi e statunitensi che esporranno le foto delle loro pasticcerie. La manifestazione lascerà spazio non solo agli amanti del gusto, ma saranno diversi e vari gli eventi che allieteranno gli ospiti di questa edizione 2017.



Fonti

www.prolocobronte.it
www.sagreataly.com
www.siciliainfesta.com
wikipedia.it



Contattateci e organizzeremo per voi un meraviglioso ecotour e viaggio su misura in Sicilia per scoprire Bronte (Catania).

www.unaltrasicilia.com

info/booking: booking@unaltrasicilia.com

Un'Altra Sicilia, Un Altro Viaggio!

giovedì 14 settembre 2017

XX Edizione Cous Cous Fest - San Vito Lo Capo dal 15 al 24 settembre 2017

Dal 15 al 24 settembre, nella splendida cornice di San Vito Lo Capo, famoso per la sua spiaggia dorata e il suo mare cristallino, si svolgerà la XX Edizione del Cous Cous Fest, rassegna internazionale ed enogastronomica del Mediterraneo. Quest’anno il festival celebra il suo ventennale con un programma denso di eventi ed ospiti nazionali ed internazionali. Dieci giorni da vivere intensamente tra avvincenti gare gastronomiche, degustazioni di cous cous, cooking show, concerti in Piazza Santuario o in spiaggia, talk show e momenti di approfondimento. Protagonista indiscusso della manifestazione è il cous cous, alimento costituito da granelli di semola cotti a vapore, nato tra le dune del Maghreb, con molta probabilità importato in Sicilia dai pescatori che si recavano in Tunisia. Il piatto è ormai diventato simbolo di pace, apertura e contaminazione tra civiltà, religioni e culture diverse all’insegna della multiculturalità e dell’integrazione. I Paesi in gara della XX Edizione saranno: Italia, Angola, Costa d'Avorio, Francia, Israele, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia.
Sabato 16 e domenica 17 settembre si svolgerà il Campionato italiano di Bia CousCous, la prima delle due gare gastronomiche, che vede sfidarsi sei chef italiani, selezionati attraverso un contest nazionale, per aggiudicarsi il titolo di Miglior chef italiano 2017 e rappresentare l’Italia al Campionato del mondo di cous cous.
Tra giovedì 21 e sabato 23 settembre saranno in gara gli chef di dieci Paesi del mondo con il Campionato del mondo di cous cous. Spetterà a due giurie il difficile compito di premiare il Miglior cous cous 2017: una tecnica, presieduta da Joe Bastianich, ed una popolare, formata dai visitatori della manifestazione.
Le occasioni per assaggiare il cous cous, durante i dieci giorni della rassegna, non mancheranno. Ci saranno le ricette proposte nelle “Case del cous cous”, i punti di degustazione sparsi per San Vito Lo Capo, a cui quest’anno se ne aggiunge uno nel centro del paese dedicato alle ricette della tradizione locale.
Per gustare le ricette d’autore sarà possibile, invece, partecipare ai cooking show con i più prestigiosi protagonisti della cucina italiana ed internazionale.
Infine, i più golosi all’expo village avranno l’opportunità di assaggiare i dolci della tradizione siciliana.

Al Cous Cous Fest ci sarà spazio anche per la buona musica. Tanti infatti i concerti gratuiti in cartellone:
15 settembre Jarabe De Palo;
18 settembre Mario Venuti;
19 settembre Niccolò Fabi;
20 settembre Fabrizio Moro;
21 settembre Samuel;
22 settembre Francesco Gabbani;
23 settembre Dj Set Mario Fargetta.

Fonti
www.couscousfest.it
www.sanvitoweb.com
www.siciliainfesta.com

Contattateci e organizzeremo per voi un meraviglioso ecotour e viaggio su misura in Sicilia per scoprire San Vito Lo Capo (Trapani).

www.unaltrasicilia.com
info/booking: booking@unaltrasicilia.com

Un'Altra Sicilia, Un Altro Viaggio!


giovedì 7 settembre 2017

Festa della Madonna Nera di Tindari (ME) 7-8 Sep


Le celebrazioni in onore della Madonna del Tindari di Patti, in provincia di Messina, hanno luogo ogni anno nelle giornate del 7 e dell’8 settembre. Presso il Santuario omonimo si venera la Madonna Nera, la quale è rappresentata seduta, mentre regge in grembo il Figlio divino, che tiene la destra sollevata, benedicente. Ella porta in capo una corona di tipo orientale, ricavata nello stesso legno, decorata con delicati arabeschi dorati. L’origine della devozione alla Madonna del Tindari è molto antica, legata ad un episodio curioso avvenuto tra la fine dell’VIII secolo e i primi decenni del secolo successivo, epoca in cui infuriavano le controversie sull'iconoclastia, il movimento religioso contrario a ogni forma di culto verso le immagini e propugnatore della loro distruzione. Secondo la tradizione, nella baia di Tindari (oggi Marinello), durante una tempesta, trovò riparo una nave proveniente dall’Oriente, che portava nascosta nella stiva un'Immagine della Madonna perché fosse sottratta alla persecuzione iconoclasta. Quando si calmò la tempesta, i marinai decisero di riprendere il viaggio, ma non riuscirono a spostare la nave. Decisero allora di alleggerire il carico, ma, solo quando, tra le altre cose, scaricarono la cassa contenente il venerato Simulacro della Vergine, la nave poté muoversi e riprendere il largo. Partita la nave, i marinai della baia di Tindari si diedero immediatamente da fare per tirare in secco la cassa galleggiante sulla distesa del mare. Fu aperta la cassa e, con grande stupore, in essa fu rinvenuta la preziosa Immagine della Vergine.
La splendida Immagine della Vergine fu così portata sul colle, dove già da tempo esisteva una fiorente comunità cristiana, e sistemata all’interno di una piccola chiesa, che in seguito venne ingrandita per ospitare i numerosi pellegrini che giungevano sin qui attratti dalla fama miracolosa del simulacro.
Oggi la Madonna Nera è esposta all’interno del Santuario Maria SS. del Tindari, sopra un trono, sotto l’arco centrale del Sacro Tempio consacrato alla Madonna il 1° maggio 1979.
Le celebrazioni in onore della Madonna, precedute dalla novena di preparazione, culminano come da tradizione nella suggestiva processione della sera del 7 settembre e nel Pontificale del giorno 8, durante il quale avviene l'offerta della lampada votiva che durante tutto l’anno brillerà dinanzi al simulacro della Madonna.
In occasione della festa di settembre, i fedeli compiono pellegrinaggi da luoghi lontani per radunarsi attorno al suo simulacro, invocarla con acclamazioni o in silenzio, sciogliere un voto o formulare un serio proposito di cambiamento di vita.

Programma 2017
Giovedì 7, intorno alle 18.30, si svolgerà la processione del simulacro della madonna nera. Al rientro dell’effige in santuario si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Giombanco. Chiuderanno i festeggiamenti i giochi pirotecnici in programma intorno alle 23.
Alle 11 di venerdì 8 settembre il pastore della diocesi celebrerà nuovamente la messa, durante la quale si svolgerà il tradizionale rito della lampada votiva, quest’anno offerta dal comune di Castel di Lucio.

Tìndari, località sita sul golfo di Patti,in provincia di Messina, è un noto centro archeologico che sorge sulle rovine dell’antica Tyndaris, colonia greca fondata da Dionisio di Siracusa nel 396 a.C.. Prese il nome di Tyndaris, in onore di Tindaro, re di Sparta e sposo di Leda, padre putativo di Elena e dei Dioscuri, Castore e Polluce. Il promontorio del Tindari si trova all'interno della Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello, che insieme al laghi di Ganzirri costituiscono gli ultimi esempi di ambiente salmastro costiero presenti nella Sicilia nord orientale. La riserva si estende per circa 400 ettari e fu istituita nel 1998 per proteggere la zona lagunare che si trova ai piedi del promontorio. La città è nota per l'Area Archeologica Teatro antico e Antiquarium. Si possono visitare i resti delle mura, il Teatro Greco del III secolo a.C., la Basilica e il Museo con il materiale rinvenuto durante gli scavi nella città antica. 






Fonti
AA. VV. , Sicilia – Viaggio attraverso le regioni italiane, Milano, Le guide di 888.it , 2002.
it.wikipedia.org
www.santuariotindari.it
www.siciliainfesta.com
www.vivasicilia.com
www.98zero.com

Contattateci e organizzeremo per voi un meraviglioso ecotour e viaggio su misura in Sicilia per scoprire Tindari (Messina).

www.unaltrasicilia.com
info/booking: info@unaltrasicilia.com
Un'Altra Sicilia, Un Altro Viaggio!


giovedì 31 agosto 2017

Festa Maria SS. Annunziata Pedara (CT) 1-17 Sep



Pedara sorge ai piedi del Monte Etna, il vulcano più attivo d’Europa dichiarato Patrimonio dell’UNESCO. La città è un ideale punto di partenza per le escursioni naturalistiche che ci portano fino a quota 3000mt sul livello del mare, dove la natura regala paesaggi mozzafiato. 
I festeggiamenti in onore di Maria SS. Annunziata si tengono a fine estate dal 1 al 17 settembre. In questi giorni hanno luogo le sfilate delle Candelore per le vie del paese, l’esibizione dei Carri Mariani e la processione del fercolo con il simulacro della Madonna. Ogni anno numerosi devoti, ma anche turisti partecipano a questo evento religioso e folkloristico.


I Carri Mariani
I Carri Mariani, unici nel loro genere, costituiscono una parte essenziale del patrimonio artistico e culturale della città di Pedara. Realizzati dalle maestranze dei partiti "Piazza" e "Sant'Antonio", i due quartieri del centro storico, i carri ospitano una serie di ingranaggi che, azionati manualmente, determinano i movimenti dei pannelli e delle scenografie contenenti figure viventi in costume. Le scene rappresentate si ispirano a episodi tratti dalla Sacra Scrittura e servono ad illustrare alcune tappe della storia cristiana della salvezza che ha avuto il suo apice nel mistero della maternità di Maria. Tali strutture, fino a circa trent'anni fa, erano costruite in legno e la base sulle quali venivano collocate era composta da vecchi carretti che, legati insieme, le rendevano mobili. Negli ultimi decenni, invece, si sono fatti strada congegni sempre più innovativi e tecnologici, in grado di esaltare maggiormente il messaggio evangelico dei carri.

Fonti
www.argocatania.org
www.comune.pedara.ct.it
www.siciliainfesta.com









Da/from €160,00 p.p

Il pacchetto include/The packages includes:
N. 3 giorni/2 notti in B&B in pernottamento e colazione/ N. 3 days/N. 2 nights in B&B in BB
N.1 visita + menù degustazione in cantina/ N.1 visit to the winery and menu tasting
N.1 pranzo tipico locale: antipasto misto caldo e freddo di 10 portate, 2 primi, 1 secondo con contorno, dolce, bevande e caffè / N. 1 typical local lunch: hot and cold entree (10 different entree), 2 first course, 1 second course, mixed salad, dessert, beverages and coffee.
Assicurazione medica / Medical Insurance




Pacchetto prenotabile su richiesta e soggetto a disponibilità/Package bookable on request subjected to availability.

www.unaltrasicilia.com
booking@unaltrasicilia.com


martedì 25 luglio 2017

Capo D'Orlando Blues Festival 2017



Dal 22 al 30 luglio Capo d'Orlando ospita il  Blues Festival  con concerti e workshop. È l'evento più antico di questa città, un imperdibile appuntamento per gli amanti della musica. Il Festival è nato ventiquattro anni fa come una vetrina sulla musica popolare americana, il blues, stile musicale che esprimeva  il malessere della popolazione afroamericana rapita dalla propria terra d’origine  e condotta in schiavitù nelle piantagioni di cotone in America.  Con il passare delle edizioni, l’attenzione degli organizzatori si è concentrata sull’aspetto antropologico-culturale del fenomeno, che riguardava direttamente da vicino  gli emigrati siciliani all’inizio del ‘900, i quali si trovarono a condividere con gli afroamericani il gradino più basso della società americana, spesso aiutandosi vicendevolmente per difendersi dalla discriminazione razziale. La presenza di questi due gruppi etnici ha  condizionato moltissimo la musica pop folk americana, favorendo così  la nascita del jazz.

Fonte
www.capodorlandoblues.it





Programma


DOWNTOWN // ingresso libero // dalle h 18:30
DAL 24 LUG AL 26 LUG
Workshop “tamburi parlanti” a cura di Baba Sissoko

DAL 24 LUG AL 26 LUG
Laboratorio di costruzione delle cygar box guitar a cura di Roberto Matteacci

DAL 24 LUG AL 26 LUG
Corsi di chitarra - Museo del vinile d’epoca: Esibizioni & Dibattiti

DOWNTOWN // ingresso libero
26 LUG // h 21:30
Pentamusa Saxophon Ensemble

DOWNTOWN // ingresso libero
27 LUG // h 21:30
Orchestra Musica Insieme Librino
Baba e Djana Sissoko & Migrantes Ensemble “tamburi parlanti”

CASTELLO BASTIONE // ingresso 5,00 €
28 LUG // h 21:30
Marco Corrao feat. Giuseppe Milici & Banda Musicale Città di Capo d’Orlando

PARCO DI VILLA PICCOLO // ingresso 5,00 €
29 LUG // h 21:30
Amanda Tosoni e Andrea Caggiari "storia del blues al femminile"
Corey Harris & African Heart

PARCO DI VILLA PICCOLO // ingresso 5,00 €
30 LUG // h 21:30
Mimì Sterrantino e Gli Accusati "La ricerca del blues"
Blair Crimmins and The Hookers



Contattateci e organizzeremo per voi un meraviglioso ecotour e viaggio su misura in Sicilia per scoprire Capo d'Orlando. (Messina).

www.unaltrasicilia.com

booking@unaltrasicilia.com



giovedì 1 giugno 2017

Teatri di Pietra 2017



Teatri di Pietra è un progetto di rete culturale che si propone di valorizzare i teatri antichi e i siti monumentali tramite lo spettacolo dal vivo che coinvolge i siti archeologici e le aree monumentali con numerosi appuntamenti per una programmazione dedicata al teatro classico, alla danza, alla musica, alla poesia, alla storia e alla Sicilia. La rassegna si propone anche di accrescere e sviluppare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico della Sicilia. Attraverso lo spettacolo dal vivo, infatti, si promuovono, senza invaderle, aree di straordinaria bellezza, che si offrono ad una fruizione più ampia, coinvolgendo un vasto pubblico.


Fonti
it.wikipedia.org
www.siciliainfesta.com




Parco Archeologico di Selinunte - Castelvetrano (TP)

Le Forme di TELESIS

Programma


IL CANTO DEL FINITO e DELL'INFINITO

3 giugno -Acropoli / Muro a gradoni

ore 18,30

DONNE (variazioni sul mito)

17 giugno - Tempio “G” / Fuso della Vecchia

ore 18,30

TROIANE- CANTO DI FEMMINE MIGRANTI da Euripide e Omero

23 giugno Area del Modione - Selinus

ore 18,30

GESTA DELL’ORLANDO FURIOSO NARRATE DA BRUNELLO!

2 luglio Baglio Florio

ore 18,30


 
***

                                                   
Sicily Stone Theaters

da/from €510,00 per person


The Package includes:
N. 3 giorni/ 2 notti in BB in struttura di charme /N.3 days/2 nights in BB in Sicilian charme hotel
N. 1 pranzo con menù tipico siciliano in azienda con degustazione dei vini/ N.1 Sicilian lch and wine tasting in Farm
N. 2 degustazioni di vini e prodotti tipici siciliani/N. 1 Sicilian wines and delights tasting
N.1 visita e degustazione del sale/N. 1 visit and salt tasting

Pacchetto prenotabile su richiesta e soggetto a disponibilità/Package bookable on request subjected to availability.








booking@unaltrasicilia.com


Un'Altra Sicilia. Un Altro Viaggio.















venerdì 5 maggio 2017

Festa dei Santi Martiri Alfio Filadelfo e Cirino a Trecastagni - 10 maggio

La festa di Sant’Alfio a Trecastagni, in provincia di Catania, è tra le manifestazioni popolari di carattere religioso più rappresentative della Sicilia. La festa ha radici lontane: si narra che dopo il martirio dei tre fratelli, avvenuto a Lentini nel 253, quasi subito fu innalzata un'icona votiva nel luogo del loro passaggio a Trecastagni, dove oggi sorge il Santuario. Tuttavia, ebbe un impulso tutto particolare dopo che, nel 1516, furono ritrovate le reliquie dei Tre Santi nel monastero dei Padri Basiliani di S. Filippo di Fragalà (Me). Ventun salve di cannone, sparate al mattino dal Forte Mulino a Vento, annunciano al popolo l’inizio dei festeggiamenti, che dureranno dall' 1 al 17 maggio. II pomeriggio del 9 maggio si svolge la consueta manifestazione pirotecnica, una "gara" di fuochi d'artificio tra i  componenti dei tre "partiti" della festa: Sant'Alfio, Tondo e Collegiata. Molto particolare è il fenomeno dei “nudi” che manifestano la loro devozione attraverso il viaggio ai Santi. La sera della vigilia, 9 maggio, la cosiddetta "notte santa", da Catania e dalle cittadine circostanti salgono fino al Santuario di Trecastagni, sulle pendici dell'Etna, molti pellegrini devoti, "i nuri" (i nudi), spesso scalzi, portano un pesante "cero" votivo sulle spalle, da offrire ai Santi. Le numerose edicole votive che s'incontrano lungo le strade etnee, infatti, possono essere considerate come "stazioni" di sosta o di meditazione e preghiera, lungo il cammino dei pellegrini ai vari santuari locali. Il 10 maggio, giorno della festa, I simulacri dei Santi Martiri vengono accolti nel piazzale antistante il Santuario dai fedeli che li accompagneranno in processione per le vie cittadine.  L'ottava della festa, il 17 maggio, "chiude" i festeggiamenti, ma i Santi rimarranno svelati fino alla prima domenica di giugno. 
Gli ex voto
Nel museo del Santuario di S. Alfio sono custoditi oltre mille Tavolette “ex voto”, segno delle grazie ricevute dai fedeli. I dipinti presentano, oltre alla data, al nome del “miracolato” e alla descrizione del “miracolo”, la ricostruzione scenica di esso. I Santi sono raffigurati in tutte le tavolette che narrano le circostanze in cui è avvenuto il miracolo. Esprimono la devozione e la cultura di un popolo ed hanno anche un valore storico e artistico.  Le Tavolette “ex voto” sono candidate ad essere iscritte nel registro delle “eredità immateriali”. 

Fonti
it.wikipedia.org
www.santuariotrecastagni.it
www.siciliainfesta.com


***



Trecastagni Pilgrim Tour
 da/from €237,00 per person 
(min.8 pax)


Il pacchetto include/The package includes:

N.3 pernottamenti in Bed and Breakfast in camera doppia/matrimoniale in pernottamento e colazione/N.2 nights in twin/double room/BB
N. 1 cena con Pizza/ N. 1 Pizza dnr
N. 1  Happy hour siciliano/ N. 1 sicilian happy hour
N. 1 cena  siciliana con prodotti tipici / N. 1 sicilian dinner with typical products.
N. 1 visita chiese di Trecastagni/ Guided visit to historical Trecastagni centre and churches
N.1 Visita vigna privata + degustazione in cantina vinicola del vino e prodotti locali dell’Etna/N.1 visit to the vineyard in a local winery to taste Etna wines and delights.



Pacchetto prenotabile su richiesta e soggetto a disponibilità/Package bookable on request subjected to availability.

booking@unaltrasicilia.com

Un'Altra Sicilia. Un Altro Viaggio.